Statistiche di aprile 2024

 

Sante Comunioni distribuite: 150.000

Sacerdoti concelebranti: 3.748 (124 al giorno)

Statistiche di aprile 2024

Programma del 35° Festival della gioventù a Medjugorje

 

La 35° edizione del Mladifest, Festival di preghiera dei giovani a Medjugorje, si terrà dal 1 al 6 agosto 2024.

Quest'anno il festival torna alla sua data abituale, i primi giorni di agosto; l’anno scorso si era reso necessario uno spostamento a causa dell’Incontro Mondiale della Gioventù di Lisbona.

Il Mladifest, ritiro spirituale per i giovani, si apre giovedì 1 agosto con il programma di preghiera serale. L'apertura ufficiale avviene dopo il Rosario, che si recita a partire dalle ore 18, e prima della santa Messa.

La seconda giornata del Mladifest inizia alle 6 del mattino con la preghiera del Rosario sulla Collina dell’apparizioni presso la statua della Madonna; prosegue con il programma mattutino che inizia alle ore 9 e prevede preghiera, catechesi e testimonianze. A mezzogiorno si prega l’Angelus e il programma, sull’altare esterno della chiesa di San Giacomo, prosegue con le testimonianze dalle ore 16. Dalle ore 18 si prega il Rosario e alle 19 viene celebrata la santa Messa.

Il programma mattutino e pomeridiano del venerdì si ripropone in modo simile anche sabato e lunedì, mentre domenica 4 agosto il programma sull'altare esterno si svolge solo nel pomeriggio, a partire dalle ore 16. Al mattino vengono celebrate infatti le sante Messe in varie lingue.

Quest'anno il Mladifest si concluderà martedì 6 agosto alle ore 5 con la celebrazione eucaristica su Križevac.

Per tutta la durata del Mladifest è prevista la traduzione simultanea in croato, inglese, italiano, tedesco, francese, spagnolo, portoghese, polacco, slovacco, sloveno, ungherese, rumeno, russo, ceco, coreano, arabo, cinese mandarino e cinese cantonese.

Gli organizzatori invitano tutti coloro che parteciperanno al Mladifest a portare una piccola radio con frequenza FM e cuffie, Bibbia e ombrello. I partecipanti al Mladifest sono pregati di non prevedere altri programmi. Informiamo i pellegrini che durante tutta la durata dell'incontro dei giovani (esclusa la domenica) non si celebreranno le sante Messe al mattino, perché tutti i pellegrini sono invitati a partecipare alla Messa serale, insieme ai giovani.

Programma del 35° Festival della gioventù a Medjugorje

Apparizione annuale a Mirjana Dragićević-Soldo del 18 marzo 2024

 

La veggente Mirjana Dragićević-Soldo ha avuto apparizioni giornaliere dal 24 giugno 1981 fino al 25 dicembre 1982. In occasione della sua ultima apparizione quotidiana, rivelandole il decimo segreto, la Vergine le rivelò che avrebbe avuto apparizioni annuali il 18 marzo e così è stato in tutti questi anni. Più di mille pellegrini si sono riuniti per la preghiera del rosario. L’apparizione è iniziata alle 13:23 ed è durata fino alle 13:27.

Cari figli, io sono con voi grazie all’amore misericordioso di Dio. Ed è per questo che, come madre, vi invito a credere nell'amore. L'amore che è comunione con mio Figlio. Con amore aiutate gli altri ad aprire i loro cuori per conoscere mio Figlio e per amarLo. Figli miei, l'amore fa sì che mio Figlio illumini i vostri cuori con la Sua grazia, cresca in voi e vi doni la pace. Figli miei, se vivete l'amore, se vivete mio Figlio, avrete la pace e sarete felici. La vittoria è nell'amore.

Apparizione annuale a Mirjana Dragićević-Soldo del 18 marzo 2024

A Medjugorje la scultura di San Giovanni Paolo II

 

A Medjugorje è stata installata un’opera scultorea monumentale, che fa parte della collezione privata “Immagini di fede”, Misericordia - Ponte per la pace e che viaggia in tutto il mondo. L’autore di quest’opera è l’artista italiano Guido Rainaldi. L’opera raffigura due grandi figure: in primo piano San Giovanni Paolo II, nell’atto di compiere gli ultimi passi della sua vita terrena e, sullo sfondo, Gesù, crocifisso sulla croce in una dinamica azione di abbraccio. Quest’opera d’arte è alta circa 4 metri, realizzata in acciaio, ed è stata installata a Medjugorje presso la sala di San Giovanni Paolo II (sala gialla) dove rimarrà per un anno. Si prevede che in seguito l’opera sarà esposta in Polonia, Australia, Stati Uniti, Messico...

La cerimonia di inaugurazione della scultura ha avuto luogo domenica 3 marzo, dopo la santa Messa parrocchiale. Allo svelamento e alla benedizione della scultura hanno partecipato monsignor Aldo Cavalli, visitatore apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, il parroco di Medjugorje fra Zvonimir Pavičić, l’autore di quest’opera, l’artista Guido Rainaldi, i parrocchiani e i pellegrini.

Come afferma lo stesso autore nella descrizione di quest’opera, «la salvezza passa attraverso la croce e il Cristo crocifisso. La sua memoria è ovunque, sui muri delle chiese e delle scuole, sulle cime dei campanili, sulle testate dei letti e sopra le tombe, tutti questi milioni di croci ci ricordano la morte di Gesù sulla croce. Il crocifisso è segno del dolore umano. Non conosco nessun altro segno che dia un senso così forte del nostro destino umano. Il crocifisso fa parte della storia del mondo. La figura di papa Giovanni Paolo II è sempre stata fonte di ispirazione per gli artisti nel dare una interpretazione artistica peculiare, più o meno “vera”, dell’umanità di papa Wojtyla, della sua eccezionalità, carisma, molteplici talenti, “Pietro del nostro tempo”. È stato un esempio di verità, di fede, di speranza e di amore, un esempio non solo per i credenti, ma ancor più per i non credenti, un sostegno morale per il mondo moderno e un riflesso dell’amore di Dio. Entrambe le figure si confrontano nella concretezza e nella specificità del linguaggio visivo. Non hanno bisogno di presentazioni o di traduzioni, appartengono a un linguaggio universale, si collocano proprio nella prospettiva dell’universalità, nella possibilità di espressione, di suggestione, di orizzonti di sensibilità, di riflessione, di astrazione. Ecco perché l’“arte sacra” instaura da sempre un dialogo distintivo e attuale con la santità, con la religiosità, insieme con la spiritualità e la trascendenza, si riaffermano i valori e si pongono nuove basi per una nuova conoscenza e accettazione di ciò che non possiamo sapere. L’espressione dell’artista e l’impressione dell’osservatore si misurano nel messaggio dell’opera scultorea. L’opera scultorea ci invita a non guardarla come un oggetto di consumo, ma come un dono da godere con uno sguardo contemplativo. Ogni artista, in un diverso silenzio del cuore, accoglie il mistero della vita umana e lo esprime con lo strumento del suo linguaggio. Due figure particolarmente significative che rappresentano la storia, il passato, la memoria collettiva, la fede».

A Medjugorje la scultura di San Giovanni Paolo II

CONFERENZA DEL PERSONALE IT DAL 7 AL 10 MARZO 2024

 

Cari amici,

incoraggiati dalle parole del Papa: "È necessario per la missione della Chiesa adattarsi ai tempi e utilizzare i mezzi moderni che la tecnologia ci mette a disposizione", invitiamo alla conferenza IT i professionisti della tecnologia che vogliono applicare le loro capacità, abilità e competenze in progetti legati alla compenetrazione del mondo tecnologico, alla spiritualità e alla diffusione dell'evangelizzazione.

La conferenza IT si terrà a Medjugorje dal 7 al 10 marzo 2024, nella sala Giovanni Paolo II.

Il programma della conferenza è disponibile all'interno del sito ufficiale della Parrocchia.

La quota di iscrizione è di 99,90€. La quota comprende tutte le spese organizzative e di lavoro, nonché tre cene comuni per tutta la durata della conferenza. Al momento dell'iscrizione, ogni partecipante riceverà un accredito che gli consentirà di partecipare ai lavori. L'alloggio a Medjugorje deve essere organizzato personalmente.

Potete iscrivervi e pagare la conferenza IT all'interno del sito ufficiale della Parrocchia, e vi considereremo iscritti solo dopo aver effettuato il pagamento. Dopo la registrazione, riceverete un codice QR nella vostra e-mail che potrete utilizzare per registrarvi all'arrivo.

L'intero programma della conferenza si svolgerà in inglese.

Speriamo che con questa conferenza informatica contribuiremo all'invito del Papa a usare le nuove tecnologie, ma non a diventare loro servi. Come dice Papa Francesco: _"Dobbiamo evitare di diventare ostaggi della rete e, invece, pescare, cioè attirare le anime al Signore".

CONFERENZA DEL PERSONALE IT DAL 7 AL 10 MARZO 2024

Decimo pellegrinaggio internazionale per bambini con disabilità

 

Il decimo pellegrinaggio internazionale dei bambini con disabilità nello sviluppo e delle persone con disabilità si terrà a Medjugorje dal 17 al 19 maggio 2024.

Il programma del pellegrinaggio si apre venerdì 17 maggio con il programma di preghiera serale in parrocchia. Il secondo giorno del pellegrinaggio, sabato 18 maggio, al mattino è prevista la preghiera del Rosario sulla Collina delle Apparizioni e nel pomeriggio l’incontro comune e la partecipazione al programma di preghiera serale in parrocchia.

Il terzo giorno del pellegrinaggio, domenica 19 maggio, il programma prevede la preghiera libera sul Križevac e la preghiera organizzata della Via Crucis per gli immobili e le persone con mobilità ridotta. La santa Messa finale sarà alle ore 11.00. Anche questa volta i pellegrini organizzano e pagano il proprio alloggio.

Per le ragioni legate all’organizzazione del pellegrinaggio, gli organizzatori chiedono a tutti gli interessati di registrare il proprio arrivo tramite e-mail: gospina.skola@gmail.com

PROGRAMMA

Venerdì, 17 maggio
Arrivo in giornata
17:00 - Preghiera del Rosario
18:00 - Santa Messa serale, Venerazione della croce

Sabato, 18 maggio
9:00 - Preghiera del Rosario sulla Collina delle apparizioni
15:00 - Incontro comune nella sala San Giovanni Paolo II (sala gialla)
17:00 - Programma di preghiera serale
21:00 - Adorazione

Domenica, 19 maggio
10:00 - Via Crucis nella sala di Majčino Selo
11:00 - Santa Messa finale per tutti i partecipanti

Decimo pellegrinaggio internazionale per bambini con disabilità

APPARIZIONE ANNUALE A JAKOV DEL 25 DICEMBRE 2023

 

Nell'ultima apparizione quotidiana del 12 Settembre 1998 la Madonna ha detto a Jakov Colo che avrebbe avuto l'apparizione una volta all'anno, il 25 Dicembre, a Natale. Così è avvenuto anche quest'anno. La Madonna e venuta con il Bambino Gesu tra le braccia. L'apparizione è iniziata alle 14 e 20 ed è durata 6 minuti. La Madonna è venuta con il piccolo Gesù fra le braccia.

Cari figli,oggi con mio Figlio tra le braccia desidero invitarvi tutti a pregare Gesù Bambino per la guarigione del vostro cuore. Figli, nei vostri cuori spesso regna il peccato che distrugge la vostra vita e non potete sentire la presenza di Dio. Perciò oggi, in questo giorno di grazia quando la grazia si diffonde nel mondo intero, offrite al Signore la vostra vita ed il vostro cuore affinché il Signore li guarisca con la Sua grazia. Soltanto con il cuore puro potrete rivivere la nascita di Gesù in voi e la luce della Sua nascita illuminerà la vostra vita. Io vi benedico con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

APPARIZIONE ANNUALE A JAKOV DEL 25 DICEMBRE 2023

Cambiamento orario di preghiera serale a Medjugorje

 

Cambia a partire da venerdì 1 settembre l’orario del programma di preghiera serale a Medjugorje. Il programma di preghiera serale inizierà con il Rosario alle 17 e la santa Messa alle 18. Il Rosario sulla Collina delle apparizioni si terrà la domenica alle 14 e la Via Crucis il venerdì alle 14.

L’Adorazione del Santissimo Sacramento dell’Altare si terrà il martedì e il giovedì dalle 19 alle 20, dopo la santa Messa serale, e il sabato dalle 21 alle 22. La Venerazione della Santa Croce si terrà il venerdì dalle 19 alle 20.

La santa Messa su Križevac si terrà domenica 10 settembre alle 11.

 


Fra Miljenko Šteko, 1°vincitore del Premio Internazionale per la Pace “Papa Paolo VI”

 

Nella diocesi di Palestrina-Tivoli, nella regione Lazio, si trova la vetta del Monte Scalambra a 1.420 metri sul livello del mare. Nel 1976, una grande statua (alta 3 metri) in bronzo, dedicata alla Regina della Pace, fu posta sulla cima del monte come segno della riconciliazione dei popoli d’Europa. Una copia della statua fu benedetta da papa Paolo VI, che pronunciò un discorso, poi inciso sulla targa posta ai piedi della grande statua. Accanto alla statua è stato costruito un santuario dedicato a Maria, Regina della Pace. Nel 40o anniversario dell’installazione della statua, in ricordo della benedizione di Papa San Paolo VI, dal 2016 è stato istituito il Premio Internazionale per la Pace intitolato a San Paolo VI. Questo premio viene conferito in una data vicina alla festa liturgica della Beata Vergine Maria Regina.

Su proposta del Comitato organizzativo per i Premi, il primo vincitore di quest’anno (2023) del Premio Internazionale per la Pace Papa Paolo VI è il dott. fra Miljenko Šteko, guardiano dell’Istituto Internazionale Antonianum di Roma. Nell’argomentazione del premio si legge che «Durante il suo servizio, fra Miljenko è stato Presidente dell’UFME - Unione dei Frati Minori d’Europa con sede a Bruxelles - per due mandati (fino a marzo 2023), e Provinciale della Provincia francescana dell’Assunzione della Beata Vergine Maria di Mostar, per due mandati (fino a maggio 2022), e soprattutto per i suoi molti anni di attività e responsabilità in relazione alla parrocchia e al fenomeno di Medjugorje, è stato scelto come primo vincitore di quest’anno».

Fra Miljenko, al servizio del presidente dell’UFME dall’ottobre 2013, ha contribuito alla diffusione del postulato francescano di “pace e bene” in Europa con numerose iniziative, progetti e lettere; le sue lettere realistiche e incoraggianti, rivolte alle Province francescane e al pubblico durante la pandemia causata dal coronavirus, sono particolarmente note e sono state citate così come i contributi di pace dell’UFME durante l’aggressione contro l’Ucraina. Durante il suo servizio come Provinciale nella Provincia francescana dell’Erzegovina, fra Miljenko ha partecipato a una commissione internazionale per l’indagine sul fenomeno di Medjugorje, presieduta dal Cardinale Camillo Ruini; ha operato presso il Dicastero per la Dottrina della Fede. Durante il suo servizio, fra Miljenko ha inoltre accolto prima l’inviato speciale della Santa Sede per la parrocchia di Medjugorje, mons. Henryk Hoser, che è stato poi nominato Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje. Dopo il defunto Hoser, fra Miljenko Šteko ha accolto il nuovo arcivescovo, mons. Aldo Cavalli. Per tutto questo tempo, nelle posizioni che ha ricoperto, le azioni e le opere di padre Miljenko hanno contribuito alla pace e alla riconciliazione generale.

La cerimonia di premiazione si è tenuta presso il Santuario della Regina della Pace sul Monte Scalambra, sabato 19 agosto e domenica 20 agosto 2023. Domenica 20 agosto alle ore 16.30 fra Miljenko Šteko ha presieduto la Messa e poi, con la partecipazione di numerose autorità, è seguita la consegna dei premi.

Fra Miljenko, in quanto religioso, ha desiderato ricevere e dedicare il premio alla Provincia francescana dell’Erzegovina, di cui fa parte, e a tutti i frati che sono stati, e sono ancora, pastoralmente attivi nella parrocchia di Medjugorje.

Fra Miljenko Šteko, 1°vincitore del Premio Internazionale per la Pace “Papa Paolo VI”

34° Festival dei Giovani a Medjugorje

 

Il giorno dopo la festa di San Giacomo, il patrono celeste della parrocchia di Medjugorje, il 26 luglio, giorno della festa dei Santi Gioacchino e Anna, genitori della Beata Vergine Maria, inizierà a Medjugorje il 34o Festival dei giovani.

Il Festival di quest’anno, con il moto “Ecco mia madre e i miei fratelli!” (Mt 12,49), si apre con il programma della preghiera serale che prevede: la preghiera del Rosario alle 18:00, la cerimonia di apertura del Festival, la santa Messa e l’adorazione di Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare.

La seconda giornata del Festival inizia alle ore 6:00 con la preghiera del Rosario sulla Collina delle apparizioni, presso la statua della Madonna. Il programma mattutino con catechesi, preghiere e testimonianze si terrà giovedì, venerdì e sabato. Nel corso di questi tre giorni, il programma proseguirà alle ore 16:00 con testimonianze, cui farà seguito la preghiera serale presso l’altare esterno della chiesa di San Giacomo: Rosario alle 18:00 e santa Messa alle 19:00.

Dopo la santa Messa del giovedì si svolgerà la processione con la statua della Madonna e l’adorazione, il venerdì la venerazione della Santa croce con le candele, il sabato l’adorazione, la missione e la conclusione con i canti. Il 34o Festival dei giovani si concluderà domenica, il 30 luglio, alle ore 5.00 con la santa Messa sul Križevac.

Per il programma dettagliato e le istruzioni, clicca QUI.

 

34° Festival dei Giovani a Medjugorje

Ritiro spirituale internazionale degli organizzatori di pellegrinaggi, guide dei centri della pace e dei gruppi di preghiera

A Medjugorje si è svolto il 28° Ritiro spirituale internazionale degli organizzatori di pellegrinaggi, guide dei centri della pace e dei gruppi di preghiera, pellegrinaggi e carità legati a Medjugorje. È durato dal 14 al 18 marzo 2023.

Il tema dell’incontro è lo stesso di tutti gli altri ritiri di rinnovamento spirituale di quest’anno a Medjugorje: «“Ecco mia madre e i miei fratelli!” (Mt 12,49), Alla scuola della Madonna».

A questo Ritiro spirituale erano presenti più di 200 partecipanti provenienti da Nuova Zelanda, Stati Uniti, Irlanda, Inghilterra, Belgio, Francia, Italia, Germania, Austria, Svizzera, Slovenia, Ungheria, Messico, Argentina, Spagna, Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Ucraina, Russia, Lituania, Libano, Brasile, Croazia e Bosnia ed Erzegovina.

Il relatore era fra Zvonimir Pavičić, parroco di Medjugorje, che ha celebrato la Messa il primo giorno di questo ritiro. Nella sua omelia, padre Zvonimir ha ricordato che «durante tutta la Quaresima abbiamo gli insegnamenti di Gesù sul digiuno, sulla preghiera, sugli atti di amore fraterno» e ha parlato del brano evangelico sul perdono.

«Rifiutiamo tutto ciò che ci impedisce di donare completamente la nostra vita a Dio, e accettiamo tutto ciò che Dio ci mette davanti, che ci dona. La Quaresima diventa così tempo di trasformazione: dal Mercoledì delle Ceneri alla luce della Pasqua, dalla morte del peccato alla vita che abbiamo per la potenza della risurrezione di Cristo. L’intercessione della Beata Vergine Maria, Regina della Pace, ci aiuti in questo cammino di trasformazione», ha affermato fra Zvonimir Pavičić.

Il direttore del Centro informazioni Mir Medjugorje, il sig. Vedran Vidović, si è rivolto ai partecipanti durante il Ritiro spirituale e, oltre alle catechesi di fra Zvonimir Pavičić, i partecipanti hanno anche ascoltato il provinciale della Provincia francescana dell’Erzegovina, fra Jozo Grbeš, che li ha invitati a essere apostoli.

«Molte persone hanno cambiato la loro vita a Medjugorje, sono state ispirate da quell’incontro con il divino, hanno cambiato la loro vita sia sacramentalmente che in famiglia, personalmente e spiritualmente... Ascolta, se 12 persone hanno potuto cambiare il mondo 2000 anni fa, perché non noi non potremmo farlo, se 12 persone vengono a Medjugorje, 12.000, 12.000.000 loro possono cambiare tutto. Andiamo!», ha detto fra Jozo Grbeš.

I partecipanti al Ritiro spirituale, oltre ad ascoltare le catechesi e a partecipare al programma di preghiera serale, hanno avuto l’Adorazione quotidiana davanti al Santissimo e hanno anche pregato sul Križevac e sulla Collina delle apparizioni. Nell’ultimo giorno del Ritiro spirituale, la santa Messa è stata celebrata dal Visitatore apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, l’Arcivescovo Aldo Cavalli.

«Medjugorje è un luogo di grazia e di fede, un luogo di preghiera, un luogo di conversione, un luogo di libertà personale nel rispondere al Signore. Questo è un luogo di contemplazione»', ha detto monsignor Cavalli.

Il prossimo Ritiro spirituale è per i sacerdoti e si terrà per la 26ma volta dal 3 al 7 luglio 2023

 


Apparizione annuale a Mirjana Dragićević-Soldo 18 marzo 2023

 

La veggente Mirjana Dragićević-Soldo ha avuto apparizioni giornaliere dal 24 giugno 1981 fino al 25 dicembre 1982. In occasione della sua ultima apparizione quotidiana, rivelandole il decimo segreto, la Vergine le rivelò che avrebbe avuto apparizioni annuali il 18 marzo e così è stato in tutti questi anni.  L’apparizione è iniziata alle 13:33 ed è durata fino alle 13:39.

''Cari figli,
vi invito a conoscere il meglio possibile mio Figlio attraverso la preghiera e la misericordia. Perché con i cuori puri ed aperti impariate ad ascoltare. Ascoltare ciò che vi dice mio Figlio per riacquistare la vista spirituale. Come un unico popolo di Dio, in comunione con mio Figlio, testimoniate la verità con la vostra vita. Pregate, figli miei, affinché insieme a mio Figlio possiate portare solo pace, gioia ed amore a tutti i vostri fratelli e sorelle. Io sono con voi e vi benedico con la mia benedizione materna.''

 

Apparizione annuale a Mirjana Dragićević-Soldo 18 marzo 2023

P. Miljenko Šteko, docente di ritiro spirituale per i sacerdoti a Medjugorje

 

Il ritiro spirituale per i sacerdoti a Medjugorje avrà luogo per il ventiseiesimo anno e si terrà dal 3 al 7 luglio 2023.

Il tema di questo rinnovamento spirituale è uguale a quello di tutti gli altri rinnovamenti spirituali quest’anno a Medjugorje: «“Ecco mia madre e i miei fratelli!” (Mt 12,49) Alla scuola della Madonna».

Relatore di questo ritiro spirituale sarà P. Miljenko Šteko, presidente dell’Unione dei Frati Minori d’Europa, membro della Provincia francescana dell’Erzegovina e, fino a poco tempo fa, il Provinciale. Ha anche operato pastoralmente a Medjugorje e ora è il guardiano dell’Istituto Internazionale Antonianum di Roma.

Oltre alle conferenze, i sacerdoti parteciperanno al programma di preghiera serale, all’adorazione davanti al Santissimo, reciteranno il rosario, mediteranno... Pregheranno anche il rosario sulla Collina delle apparizioni e la Via Crucis sul Križevac, mentre l’ultimo giorno visiteranno la tomba di P. Slavko Barbarić.

I parrocchiani della parrocchia di Medjugorje offrono l’alloggio gratuito a tutti i sacerdoti durante il ritiro spirituale, come hanno sempre fatto anno dopo anno. L’anno scorso hanno partecipato a questo ritiro spirituale sacerdoti provenienti da 27 paesi del mondo.

Oltre a questo ritiro per i sacerdoti, durante l’anno si tengono regolarmente a Medjugorje altri ritiri spirituali.

Dal 14 al 18 marzo 2023 si terrà il 28o Ritiro spirituale internazionale degli organizzatori di pellegrinaggi, guide dei centri della pace e dei gruppi di preghiera, pellegrinaggi e carità di Medjugorje, e il relatore di questo ritiro sarà P. Zvonimir Pavičić.

Il 34o Festival della Gioventù si terrà a Medjugorje dal 26 al 30 luglio 2023.

Dall’8 all’11 novembre 2023 si svolgerà a Medjugorje il 22o Ritiro spirituale internazionale per le coppie di sposi.

Inoltre, durante tutto l’anno si tengono seminari di digiuno, preghiera e silenzio per diversi gruppi linguistici.

 


APPARIZIONE ANNUALE A JAKOV - 25 DICEMBRE 2022

 

Nell'ultima apparizione quotidiana del 12 Settembre 1998 la Madonna ha detto a Jakov Colo che avrebbe avuto l'apparizione una volta all'anno, il 25 Dicembre, a Natale. Così è avvenuto anche quest'anno. La Madonna e venuta con il Bambino Gesu tra le braccia. L'apparizione è iniziata alle 14 e 18 ed è durata 8 minuti. La Madonna è venuta con il piccolo Gesù fra le braccia. La Madonna attraverso Jacov ha trasmesso il seguente messaggio: Cari figli, oggi quando la luce della nascita di Gesù illumina il mondo intero, con Gesù tra le braccia, in modo particolare prego che ogni cuore diventi la capanna di Betlemme in cui nascerà mio Figlio e che le vostre vite diventino la luce della Sua nascita. Figlioli, vivete nell’inquietudine e nella paura. Perciò, figlioli, in questo giorno di grazia pregate Gesù perché rafforzi la vostra fede e diventi il governatore delle vostre vite perché, figli miei, soltanto con Gesù nella vostra vita non guarderete all’inquietudine ma pregherete per la pace e vivrete nella pace; non guarderete alla paura ma a Gesù che ci libera da tutte le paure. Io sono vostra madre che veglia su di voi incessantemente e vi benedico con la mia benedizione materna

APPARIZIONE ANNUALE A JAKOV - 25 DICEMBRE 2022

Nelle Filippine consacrata una chiesa identica a quella di Medjugorje

 

In occasione della festa della Natività della Madonna, nelle Filippine, è stata consacrata una chiesa identica a quella di Medjugorje. La Beata Vergine Maria è infatti la santa protettrice delle Filippine e il popolo filippino mostra la propria devozione a Lei costruendo una chiesa dove la Beata Vergine Maria è adorata in modo particolare. Dalle Filippine hanno comunicato che una delle devozioni mariane in più rapida crescita lì è la devozione alla Madonna di Medjugorje: con il finanziamento di una generosa famiglia, consacrata a Maria, è stata infatti costruita una replica della chiesa di San Giacomo di Medjugorje, dedicata a Nostra Signora di Medjugorje, con ogni dettaglio copiato precisamente.

La Grande Chiesa di San Giacomo, dedicata a Nostra Signora di Medjugorje, si trova nella città di Talisay, sotto la giurisdizione ecclesiastica della diocesi di Bacolod con il Vescovo Monsignor Patricio Buzon. Questa chiesa, come quella originaria di Medjugorje, è stata affidata all'amministrazione dell'Ordine dei Frati Minori attraverso la Custodia di Sant’Antonio da Padova - Filippine. La chiesa è stata aperta oggi, in occasione della festa della Natività della Beata Vergine Maria.

Il vescovo locale, Monsignor Buzon ha consacrato oggi questa chiesa con l'assistenza del custode della Custodia di Sant’Antonio da Padova nelle Filippine, Padre Renee C. Dean.

Un messaggio di sostegno e incoraggiamento è stato inviato a tutti i fedeli della Regina della Pace nelle Filippine dal Provinciale della Provincia Francescana dell'Erzegovina, Padre Jozo Grbeš, ed è stato letto da Padre Renee C. Dean durante la Messa in cui la chiesa è stata consacrata

 

Nelle Filippine consacrata una chiesa identica a quella di Medjugorje

P. Zvonimir Pavičić nuovo parroco di Medjugorje

 

Domenica 14 agosto 2022, nella chiesa parrocchiale di S. Giacomo a Medjugorje, durante la Santa Messa celebrata alle ore 11.00, P. Zvonimir Pavičić è stato solennemente introdotto al servizio di parroco di Medjugorje. La Santa Messa è stata presieduta da mons. Aldo Cavalli, Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, insieme all’ ex parroco di Medjugorje, P. Marinko Šakota, al nuovo parroco di Medjugorje, P. Zvonimir Pavičić, e ad altri sacerdoti. All'inizio del rito di introduzione di P. Zvonimir Pavičić al servizio del parroco, P. Antonio Primorac ha letto il decreto del Vescovo di Mostar-Duvno, mons. Petar Palić, dal quale P. Zvonimir Pavičić è stato scelto e nominato nuovo parroco di Medjugorje.

Dopo di che P. Zvonimir Pavičić ha rinnovato la promessa fatta durante la sua ordinazione sacerdotale, ed ha ricevuto le chiavi della chiesa parrocchiale per governare con autorità il popolo che Dio gli affida, per amministrare i sacramenti e per meritare di entrare nelle dimore eterne con il suo gregge. Poi, con l’ acqua benedetta, ha benedetto se stesso e tutti i credenti radunati in questa solenne celebrazione della Messa, e nella sua omelia ha fatto brevemente riferimento al Vangelo di oggi e, parlando di divisione, ha detto che essa non avviene solo tra noi e gli altri, ma che può accadere anche dentro di noi ogni volta che deviamo dai comandamenti di Dio e prendiamo la linea di minor resistenza per compiacere la società.

“Non è facile armonizzare sempre la propria vita con la Parola di Dio, ma non è impossibile. Non dobbiamo aver paura della condanna della società, e nemmeno di una possibile divisione. Quando è difficile per noi opporci a coloro che rifiutano Dio, dovremmo gridare come il salmista, ed è ciò che tutti abbiamo cantato oggi: "Signore, vieni presto in mio aiuto", e il Signore verrà ad aiutarci e sarà la nostra forza, il nostro Salvatore. Che non sia impossibile armonizzare la propria vita con la Parola di Dio lo dice anche un tale nugolo di testimoni, tanti santi di cui parla la Lettera agli Ebrei. Che loro siano un indicatore costante del fatto che dobbiamo sempre dirigere la nostra vita verso Dio e armonizzarla con la Parola di Dio. Ci accompagni sempre la loro intercessione, specialmente l'intercessione Materna della Regina della Pace e l'intercessione celeste del nostro patrono S. Giacomo", ha detto padre Zvonimir Pavičić. Al termine della celebrazione Eucaristica, ha chiesto a tutti i presenti di pregare per lui e per tutti i sacerdoti che lavorano in questa parrocchia affinché possano servire bene sia Dio che le persone.

Il precedente parroco P. Marinko Šakota ha invitato tutti a ringraziare il Signore e Maria Madre nostra per il nuovo parroco, alla fine ha ringraziato il Signore, la Madonna e i parrocchiani per tutto quello che è successo in tutti questi anni, e ha chiesto perdono se avesse offeso o ferito qualcuno

 


MESSAGGIO DEL SANTO PADRE ai partecipanti del Festival della Gioventù

Carissimi!

In quel tempo, come ci dice l'evangelista Matteo, Gesù rivolgendosi a tutti disse: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero.» (Mt 11, 28-30). Come in quel tempo, così anche oggi Gesù si rivolge a tutti voi, cari giovani, e attraverso il motto del Festival di quest'anno, ispirato dal Vangelo appena menzionato, vi rivolge il Suo invito: «Imparate da me e troverete ristoro».

Il Signore rivolge queste Sue parole non solo agli apostoli o ad alcuni Suoi amici, ma a tutti coloro che sono stanchi e oppressi. Lui sa quanto può essere dura la vita e che ci sono molte cose che opprimono il nostro cuore: numerose delusioni, ferite del passato, pesi che portiamo, ingiustizie che sopportiamo e numerose incertezze e preoccupazioni. Di fronte a tutto questo, si trova Gesù che ci rivolge il Suo invito: «Venite a me e imparate da me». Questa chiamata richiede cammino e fiducia, e non ci permette di stare fermi, rigidi e impauriti davanti alle sfide della vita. Sembra facile, ma nei momenti bui semplicemente ci ripieghiamo su noi stessi. È proprio da questa solitudine che Gesù vuole farci uscire, per questo ci dice: «Vieni».

La via d’uscita è nella relazione con il Signore, nel guardare Colui che ci ama veramente. Però non basta soltanto uscire da sé stessi, bisogna anche sapere in che direzione andare, perché ci sono tante offerte ingannevoli che promettono un futuro migliore, ma ci lasciano sempre di nuovo nella solitudine. Per questo motivo il Signore ci indica dove andare: «Venite a me».

Cari amici, andate da Lui con il cuore aperto, prendete il suo giogo e imparate da Lui. Andate dal Maestro per diventare i Suoi discepoli ed eredi della Sua pace. Prendete il Suo giogo con il quale scoprirete la volontà di Dio e diventerete partecipi del mistero della Sua croce e risurrezione. Il «giogo» di cui Cristo parla è la legge d'amore, è il comandamento che ha lasciato ai Suoi discepoli: amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi (Gv, 15,12). Perché la vera medicina,per le ferite dell’uomo, è una vita fondata sull’amore fraterno, che trova la propria sorgente nell’amore di Dio.

Camminando insieme a Lui e seguendoLo, imparerete da Lui. Lui è il Signore che non impone agli altri un peso che Lui stesso non porta. Si rivolge agli umili, ai piccoli e ai poveri perché Egli stesso si è fatto povero e umile. Se vogliamo davvero imparare, dobbiamo umiliarci e riconoscere la nostra ignoranza e arroganza, in quei momenti in cui pensiamo di poter ottenere tutto da soli e con le nostre forze, e soprattutto avere l’orecchio aperto per le parole del Maestro. In questo modo conosciamo il Suo cuore, il Suo amore, il Suo modo di pensare, vedere ed agire. Ma essere vicini al Signore e seguirLo richiede coraggio.

Carissimi, non abbiate paura, andate da Lui con tutto ciò che portate nel proprio cuore. Egli è l'unico Signore che offre vero ristoro e vera pace. Seguite l'esempio di Maria, Sua e nostra Madre, che vi condurrà a Lui. AffidateviaLei, che è la Stella del mare, il segno di speranza sul mare agitato che ci conduce verso il porto della pace. Colei, che conosce Suo Figlio, vi aiuterà ad imitarLo nella vostra relazione con Dio Padre, nella compassione del prossimo e nella consapevolezza di ciò che siamo chiamati a fare: essere figli di Dio. In questo momento, nel cuore dell'estate, il Signore vi invita ad andare in vacanza con Lui, nel luogo più speciale che esista, che è il vostro stesso cuore.

Cari giovani, mentre in questi giorni riposate in Gesù Cristo, vi affido tutti alla Beata Vergine Maria, alla nostra Madre celeste, affinché con la Sua intercessione ed esempio possiate prendere su di voi il dolce e leggero giogo della sequela di Cristo. Vi accompagni lo sguardo di Dio Padre che vi ama, affinchénegli incontri con gli altri, possiate essere i testimoni della pace che riceverete in cambio come dono. Prego per quest’intenzione evi benedico, raccomandandomi alle vostre preghiere

 

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE ai partecipanti del Festival della Gioventù

Fra Marinko Šakota ha annunciato il 33° Mladifest: 'Commoventi incontri dei giovani con Dio'

 

"Mi rallegro tanto per il Mladifest, perché da tanto tempo, sin da quando è stato guidato da padre Slavko Barbarić, per me è sempre stato un momento di rinnovamento spirituale, di esercizi spirituali. Inoltre, questo appuntamento annuale mi lascia fortemente impressionato per quanto sono commoventi gli incontri dei giovani con Dio al Mladifest! Questi incontri sono pieni di gioia e di grazia. Gli incontri tra giovani non sono meno gioiosi. Sia tra conoscenti che con coloro non hanno mai visto prima. È un incontro nell'apertura del cuore, dove non ci sono né conosciuti né stranieri. Tutti sono "un cuore solo e un'anima sola ", ha detto P. Marinko Šakota, parroco di Medjugorje, annunciando il Festival della Gioventù di quest'anno a Medjugorje.

All'insegna del tema di quest’anno "Imparate da me e troverete la pace (Mt 11, 28-30), il Festival Internazionale di Preghiera dei Giovani di quest'anno si svolge per la 33°  volta e durerà dal 1° al 6 agosto. Anche quest'anno migliaia di giovani ascolteranno catechesi e testimonianze, pregheranno, parteciperanno al programma di preghiera serale, e P.  Marinko ci ha detto che saranno celebrate sante Messe e svolte catechesi, tra gli altri, dal vescovo di Mostar-Duvno, mons. Petar Palić, Generale dell'Ordine Francescano P. Massimo Fusarelli, Provinciale della Provincia Francescana dell'Erzegovina P. Jozo Grbeš ed altri.

Per tanti, il Festival della Gioventù è speciale: molti hanno scoperto, riscoperto o accettato la propria vocazione spirituale. Parlando dei frutti del Mladifest, P. Marinko ha detto che "il Mladifest a Medjugorje è davvero speciale, una bellissima esperienza di fede e di preghiera".

"Tutto ciò che accade in quell'incontro di preghiera - presentazione delle nazioni, recita del rosario sulla Collina, preghiere del mattino, catechesi, testimonianze, coro e orchestra, volontari, programma di preghiera serale, rosario, Eucaristia, adorazione, preghiera con le candele, processione con la statua della Madonna, spettacolo della  Comunità Cenacolo, missione, saluti, e al termine l'Eucaristia sul Križevac alle 5 del mattino - tutti questi eventi sono di tale natura che sollevano e coccolano l'anima, la nutrono con un sano cibo spirituale, la riempiono di una pace e di una gioia speciale, e danno incoraggiamento e un forte incentivo a continuare a vivere la fede e la preghiera, camminando con la Madonna e con Gesù nella propria vita quotidiana'', ha detto P. Marinko. Quest’anno la parte mattutina del programma al Mladifest inizierà alle nove, un'ora prima dell'anno scorso, cioè come era prima della pandemia, quindi la giornata inizia con la preghiera del mattino alle nove, e poi seguono la catechesi ed altri programmi.

Molti dei rappresentanti della Chiesa che hanno presenziato al Mladifest negli anni passati ci hanno detto di essere stati contenti perché i giovani a Medjugorje ascoltano, seguono le loro catechesi, partecipano alla santa Messa...

Alla fine abbiamo chiesto a P. Marinko: “A cosa pensate voi sacerdoti quando osservate dall'altare decine di migliaia di giovani, che non possono essere allontanati dall'altare dal sole forte, né dall'alta temperatura, né dalla pioggia, né al mattino presto, né a tarda notte...?”

"È davvero miracoloso osservare dall'altare come la vita si risvegli in tanti giovani durante il Mladifest, germogli di amore e gentilezza, germogli di gioia e come una misteriosa pace penetri nei loro cuori. È una sensazione indescrivibile quando si guarda ai volti dei giovani e si osserva come si sentono amati e accettati e come anche loro amano Dio, Gesù, Maria, la preghiera, l'Eucaristia, la confessione, l'adorazione. È difficile esprimere a parole la tensione positiva che si respira nell'aria, quell'attesa, quell'ascolto che regna nell'area di preghiera davanti all'altare esterno! E la cosa più bella e meravigliosa è vedere come i giovani di Mladifest amano la Chiesa! Come amano i sacerdoti e come i sacerdoti si sentono amati e accolti!

Mladifest: un incontro di persone nella semplicità e nell'apertura dei cuori. Niente alcol, niente droghe, eppure tanta gioia, grazia, amore, gioia e pace! E una felicità indescrivibile! Migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo, e nessuno è estraneo! Tanti sconosciuti, ma tutti cari a noi! Nessuno al centro dell'attenzione ma tutti con la sensazione di essere accolti e amati! Fa tanto caldo, ma a nessuno importa! Ci sono tante catechesi, testimonianze, prediche, e nessuno si annoia! I programmi durano tanto tempo, ma non sono lunghi, anzi, vorremo rimanere ancora tra canti, balli e gioia'', ci ha detto P.  Marinko Šakota, e non possiamo che invitarvi a far parte di tutto questo, descritto nelle frasi precedenti, nei primi giorni di agosto.

 


Celebrazione del 41° anniversario dell’apparizione della Regina della Pace

 

Mercoledì 15 giugno è iniziata la Novena alla Regina della Pace.

«Ogni giorno alle 16, durante questi nove giorni, si reciterà il Rosario sulla Collina delle Apparizioni e, oltre alla Novena sulla Collina delle Apparizioni, anche quest’anno i parrocchiani di Medjugorje reciteranno il Rosario prima della santa Messa della sera sull’altare esterno della chiesa parrocchiale di San Giacomo», ha annunciato l’Ufficio parrocchiale di Medjugorje.

Ospite al programma di Radio Mir Medjugorje, il parroco di Medjugorje, P. Marinko Šakota, ha annunciato il programma della celebrazione del 41o anniversario dell’apparizione della Regina della Pace.

«Abbiamo la Marcia della Pace mattutina il giorno della vigilia. Si parte da Humac alle 6 del mattino e si prega per la pace. Questa marcia è iniziata esattamente 30 anni fa, nel 1992. Preghiamo per la pace di cui ha bisogno il mondo, l’Ucraina e il cuore di tutte le persone. Il giorno della Vigilia l’orario delle sante Messe è il seguente: 8, 11 e 19. Dopo la santa Messa serale c’è l’Adorazione di Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare che dura tutta la notte fino alle 6 del mattino. La santa Messa solenne del 41o anniversario dell’apparizione è alle 19», ha detto P. Marinko, annunciando che la Messa della vigilia sarà celebrata da P. Ljubo Kurtović, parroco di Humac, mentre il nuovo Provinciale della Provincia Francescana di Erzegovina, P. Jozo Grbeš, celebrerà la santa Messa solenne dell’anniversario.

«Anche quest’anno dalla Collina delle Apparizioni, dove tutto ebbe inizio 41 anni fa, vicino alla statua della Madonna, dalle 16:30, reciteremo la preghiera che i veggenti hanno pregato con la Madonna: il Credo, i Sette Pater, Ave e Gloria, e in processione, recitando la preghiera del Rosario ci avvieremo alla chiesa parrocchiale di San Giacomo, dove tutti celebreremo il 41o anniversario dell’apparizione della Regina della Pace», ha affermato padre Marinko Šakota.

 


Apparizione annuale a Ivanka - 25 giugno 2022

 

La veggente Ivanka Ivanković Elez ha avuto la sua consueta apparizione annuale il 25 giugno 2022. In occasione dell’ultima apparizione quotidiana del 7 maggio 1985 la Madonna, rivelandole il decimo ed ultimo segreto, disse a Ivanka che per tutto il resto della sua vita avrebbe avuto un’apparizione all’anno nel giorno dell’Anniversario delle apparizioni. Così è avvenuto anche quest’anno.

Ivanka ha avuto l’apparizione, durata 5 minuti (18:34h - 18:39h), nella sua casa. All’apparizione era presente soltanto la famiglia di Ivanka.

Dopo l'apparizione la veggente Ivanka ha detto:

La Madonna ha detto: "Figlioli,pregate,pregate,pregate."

La Madonna ci ha benedetti tutti.

 

Apparizione annuale a Ivanka - 25 giugno 2022

Maggio in Preghiera con Mary’s Meals

Apparizione annuale a Mirjana Dragićević-Soldo 18 marzo 2022

 

La veggente Mirjana Dragićević-Soldo ha avuto apparizioni giornaliere dal 24 giugno 1981 fino al 25 dicembre 1982. In occasione della sua ultima apparizione quotidiana, rivelandole il decimo segreto, la Vergine le rivelò che avrebbe avuto apparizioni annuali il 18 marzo e così è stato in tutti questi anni. Più di mille pellegrini si sono riuniti per la preghiera del rosario. L’apparizione è iniziata alle 13:34 ed è durata fino alle 13:40.

"Cari figli!
Con amore materno vi invito a guardare verso mio Figlio, pieni di forza, fede e fiducia. ApriteGli i vostri cuori e non temete. Perché mio Figlio è la Luce del mondo ed in Lui è la pace e la speranza. Perciò vi invito di nuovo, di nuovo a pregare per i miei figli che non hanno conosciuto l’amore di mio Figlio affinché mio Figlio con la luce del Suo amore e speranza illumini anche i loro cuori e rafforzi voi, figli miei, e vi doni  pace e speranza. Sono con voi. Vi ringrazio."

(La Madonna ha benedetto tutti.)

 


Intervista con il Visitatore Apostolico a carattere speciale per Medjugorje, mons. Aldo Cavalli

Invito a collaborare nelle traduzioni dei testi scritti

 

Cari pellegrini e amici di Medjugorje, specialisti  nelle lingue straniere!

Crediamo che la bella notizia sia venuta anche a voi, cioé che il Papa Francesco ha preso una decisione che approva i pellegrinaggi a Medjugorje, i qualli, dal 12 maggio in poi possono  essere formalmente organizzati da diocesi, parrocchie e altre istituzioni cattoliche, e non solo in forma "privata", fino a quel momento.

In questo breve periodo, abbiamo già alcune richieste per traduzioni dei testi sul nostro sito in più lingue e più velocemente. Per poter soddisfare i desideri e le esigenze di coloro che vorrebbero vivere più intensamente la Scuola della Madonna di Medjugorje, in questo nuovo periodo, abbiamo bisogno di assistenza per le traduzioni.

Tutti voi che vi sentite capaci e volete diventare collaboratori del Centro informativo Mir Medjugorje, lavorando con noi sulla traduzione in qualsiasi lingua mondiale, vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo e-mail: mir@medjugorje.hr


Medjugorje Film

 

Al seguente url: https://www.youtube.com/watch?v=cSuuM_ZrcXc è possibile vedere un filmato in alta definizione su Medjugorje

Medjugorje Film


Per accedere alla diretta in streaming da Medjugorje cliccare sull'immagine seguente

In diretta da Medjugorje



 
 
2011 - 2018©  www.centromedjugorje.it Sito ufficiale per i pellegrini di lingua italiana