Quaresima 2016 a Medjugorje

 

Il 10 febbraio 2016, Mercoledì delle Ceneri, nella Chiesa Cattolica inizierà la Quaresima, tempo di preparazione alla Pasqua della durata di quaranta giorni. Quel giorno, sia durante le Sante Messe mattutine che nel corso di quella serale, si svolgerà appunto il Rito dell’imposizione delle Ceneri, segno visibile di accoglienza dell’impegno al digiuno e alla penitenza. Il Mercoledì delle Ceneri sono obbligatori il digiuno e l’astinenza. Particolarità del tempo quaresimale è la meditazione della Passione di Cristo, svolta soprattutto nel Pio Esercizio della Via Crucis.

Durante il Tempo di Quaresima, nella parrocchia di Medjugorje, esso verrà pregato il Venerdì alle ore 14:00 sul Križevac. Nella chiesa parrocchiale di San Giacomo, la Via Crucis si terrà, invece, dopo la Santa Messa serale delle ore 18:00.

Nelle chiese filiali di Šurmanci, Vionica e Miletina, sarà pregata sempre di Venerdì, ma in orario da concordare.

 

Quest’anno, inoltre, si cominceranno a tenere degli incontri quaresimali per i parrocchiani di Medjugorje. Presso il Salone “San Giovanni Paolo II”, dopo la Santa Messa serale di ogni mercoledì di Quaresima — tranne quello delle Ceneri — a partire dalle ore 19:00 si svolgeranno, infatti, serate di preghiera e digiuno, organizzate come segue: i primi quarantacinque minuti saranno di meditazione silenziosa, accompagnata dalla lettura della Parola di Dio e da riflessioni su di essa. In seguito, in un’ala del Salone, consumeremo insieme pane e acqua (oppure tè). L’Ufficio parrocchiale ci ha riferito: “In questo modo vogliamo, come parrocchia, tornare al digiuno del mercoledì e del venerdì. Ci riusciremo più facilmente se lo faremo in modo comunitario”. 

Gli incontri saranno organizzati dai parrocchiani stessi, secondo il seguente prospetto:

Primo mercoledì (17.02.2016): Miletina;

Secondo mercoledì (24.02): Šurmanci;

Terzo mercoledì (2.03): Vionica;

Quarto mercoledì (9.03): Bijakovići;

Quinto mercoledì (16.03.): Medjugorje;

Sesto mercoledì (23.03.): Ufficio parrocchiale e Centro informativo.


Statistiche di Gennaio 2016

 

Sante Comunioni distribuite: 39.200

Sacerdoti concelebranti: 807  (26 al giorno)

Statistiche di Gennaio 2016

20° anniversario della Gioventù Francescana di Medjugorje

 

In occasione del ventesimo anniversario di attività della Gioventù Francescana di Medjugorje, che sarà celebrato durante la Santa Messa serale di Domenica 31 gennaio, Zdravka Šego, presidentessa della Gioventù Francescana di Medjugorje, e Ivana Bradvica, membra della stessa fraternità, sono state ospiti di un programma di Radio “Mir” Medjugorje. Zdravka ci ha detto che, per lei, l’appartenenza alla Gioventù Francescana è ormai un modo di vivere: “La Gioventù Francescana fa parte di me. Attualmente in essa abbiamo una sezione multimediale, una dedicata ai media, una drammaturgica, una per le realizzazioni pratiche ed una di canto. Ciascuna di esse opera attivamente. Io metterei in rilievo soprattutto la sezione dedicata al canto, che ha anche una sottosezione che si occupa di vari strumenti musicali. Quando i suoi componenti vengono invitati da altre fraternità a suonare o cantare durante i riti delle promesse, quelli di accoglienza o in occasioni similari, essi cantano e suonano durante le Messe.

20° anniversario della Gioventù Francescana di Medjugorje

Anniversario della dedicazione della chiesa parrocchiale di Medjugorje

 

Ricorre quest’anno il quarantasettesimo anniversario della dedicazione della chiesa parrocchiale di San Giacomo a Medjugorje. Dopo l’istituzione della parrocchia, avvenuta nel 1892, una prima chiesa parrocchiale, grande e bella per quei tempi, venne ultimata nel 1897. A causa del terreno franoso su cui era stata edificata, le sue mura cominciarono però a creparsi molto velocemente e tutto il complesso iniziò a sprofondare. Perciò, subito dopo la Prima Guerra Mondiale, si cominciò a pensare alla costruzione di una nuova chiesa, i cui lavori si sono protratti dal 1934 al 19 gennaio del 1969, giorno della sua dedicazione. Oggi la chiesa di San Giacomo è il centro della vita sacramentale e di preghiera non soltanto dei parrocchiani di Medjugorje, ma anche dei pellegrini provenienti da tutto il mondo

Anniversario della dedicazione della chiesa parrocchiale di Medjugorje

Capodanno 2016 a Medjugorje

 

Migliaia di pellegrini da tutto il mondo, oltre ai parrocchiani, hanno atteso il 2016 a Medjugorje pregando e cantando. Erano presenti gruppi provenienti dalla Germania, dall’Austria, dalla Slovenia, dall’Ucraina, dalla Corea, dagli USA, dalla Repubblica Ceca, dalla Francia, dalla Polonia, dall’Italia, dalla Spagna, dall’Ungheria e dalla Slovacchia. Oltre a loro, si è riversata a Medjugorje anche una moltitudine di giovani della Croazia e della Bosnia Erzegovina. La Santa Messa serale delle ore 18:00 di giovedì 31 dicembre 2015, celebrata in chiesa parrocchiale in ringraziamento per l’anno trascorso, è stata presieduta da fra Dragan Ružić e concelebrata da quarantadue sacerdoti. Suo fine è stato quello di ringraziare il Signore per tutto il bene che, per intercessione della Regina della pace, egli ha concesso alla parrocchia di Medjugorje nell’anno che volgeva al termine. Quella sera, alle ore 17:00, si è pregato il Rosario, che è stato guidato da fra Dragan Bolčić. Dopo la Celebrazione Eucaristica, i membri della Comunità Cenacolo hanno rappresentato il Presepe Vivente nello spazio antistante alla chiesa. La veglia di preghiera in attesa del nuovo anno ha avuto inizio alle ore 22:00, con l’Adorazione Eucaristica presieduta da fra Stanko Ćosić. La Santa Messa che l’ha seguita — e che è stata celebrata proprio nei momenti del passaggio dall’anno vecchio a quello nuovo — è stata presieduta da fra Vjeko Milićević e concelebrata da più di ottanta sacerdoti. La chiesa di San Giacomo, lo spazio attorno ad essa, quello antistante all’altare esterno ed il grande Salone “San Giovanni Paolo II” erano gremiti da una moltitudine di persone che pregava e lodava Dio con gioia. L’intero programma è stato trasmesso in diretta anche da Radio “Mir” Medjugorje. La veglia di preghiera in attesa dell’anno nuovo è un evento sorto a Medjugorje per iniziativa del defunto fra Slavko Barbarić a partire dal 1988. Da allora il numero di pellegrini che decidono di attendere qui l’anno nuovo in maniera diversa, ossia pregando e lodando il Signore, aumenta di anno in anno.


Apparizione annuale a Jakov Colo del 25 Dicembre 2015

Nell'ultima apparizione quotidiana del 12 Settembre 1998 la Madonna ha detto a Jakov Colo che avrebbe avuto l'apparizione una volta all'anno, il 25 Dicembre, a Natale. Così è avvenuto anche quest'anno. La Madonna e venuta con il Bambino Gesu tra le braccia. L'apparizione è iniziata alle 14 e 8 ed è durata 10 minuti. Jakov , dopo di che , ha trasmesso il messaggio:

"Cari figli! Tutti questi anni che Dio mi permette di essere con voi sono il segno dell’amore immenso che Dio ha per ciascuno di voi e di quanto Dio vi ama. Figlioli, quante grazie l’Altissimo vi ha dato e quante grazie desidera donarvi. Però figlioli, i vostri cuori sono chiusi e vivono nella paura e non permettono a Gesù che il Suo amore e la Sua pace invadano i vostri cuori e governino le vostre vite. Vivere senza Dio è vivere nelle tenebre e non conoscere mai l’amore del Padre e la Sua cura per ciascuno di voi. Perciò figlioli, oggi in modo particolare pregate Gesù che da oggi la vostra vita sperimenti la nuova nascità in Dio e  diventi la luce che da voi si irradia, diventando così i testimoni della presenza di Dio nel mondo e in ogni uomo che vive nelle tenebre. Figlioli, Io vi amo e intercedo quotidianamente presso l’Altissimo per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


Santa Messa a Šurmanci all’inizio del Giubileo della Misericordia

 

Martedì 8 dicembre 2015, nella Solennità dell’Immacolata Concezione, in occasione dell’apertura dell’Anno Giubilare della Misericordia, fra Hrvoje Miletić ha presieduto una Santa Messa nella chiesa di Šurmanci (parrocchia di Medjugorje). Nella sua omelia, il celebrante, vicario parrocchiale della parrocchia di Medjugorje, ha affermato che l’Anno della Misericordia va celebrato nelle nostre famiglie: “Siamo testimoni che oggi i fedeli ed i pellegrini di Medjugorje, come pure quelli del mondo intero, glorificano sempre più la Divina Misericordia, mettendo sempre più in evidenza il Padre Misericordioso che perdona i peccati. D’altra parte però dobbiamo essere consci che esiste anche il problema che oggi gli uomini trascurano sempre più il fatto che il peccato esiste. Già Paolo VI diceva che il più grande peccato del tempo attuale è il fatto che l’uomo ha perso il senso del peccato. In questa luce dobbiamo quindi comprendere in modo corretto la Misericordia di Dio. Dobbiamo comprenderla alla luce del Vangelo di Luca, che ci narra di quel figlio pentito che, inginocchiato dinanzi al Padre, gli chiede perdono”. La chiesa di Šurmanci è stata dedicata a Gesù Misericordioso nel 2002. Al suo interno è anche custodita la reliquia di un pezzetto di osso di Santa Faustina, oltre naturalmente all’icona di Gesù Misericordioso per mezzo della quale è avvenuta la guarigione miracolosa che è poi stata considerata prova valida per la canonizzazione di Santa Faustina. Da quando tale chiesa è stata costruita, molti fedeli vi si recano in pellegrinaggio per pregare la Coroncina della Divina Misericordia davanti all’icona di Gesù Misericordioso e raccomandarsi a lui.

Santa Messa a Šurmanci all’inizio del Giubileo della Misericordia

Modifica dell’orario del programma di preghiera

 

L’orario del programma liturgico di preghiera a Medjugorje è cambiato a partire dal 1° settembre: la preghiera del Rosario in chiesa parrocchiale inizierà alle ore 17:00, mentre la Santa Messa verrà celebrata alle ore 18:00 e sarà seguita dal consueto programma di preghiera.  L’Adorazione a Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare si terrà il martedì ed il sabato dalle ore 21:00 alle ore 22:00, mentre il giovedì l’Adorazione sarà subito dopo la Santa Messa serale. La preghiera del Rosario sul Podbrdo si terrà la Domenica a partire dalle ore 14:00, mentre la Via Crucis sul Križevac sarà il venerdì, sempre a partire dalle ore 14:00


Medjugorje Film

 

Al seguente url: https://www.youtube.com/watch?v=cSuuM_ZrcXc è possibile vedere un filmato in alta definizione su Medjugorje

Medjugorje Film

Campagna umanitaria “Per la Posavina col cuore”

 

Nel maggio di quest’anno la Posavina (una regione della Bosnia Erzegovina) è stata colpita da forti alluvioni. Molte persone non hanno ancora potuto tornare ad abitare le loro case ma, come dice fra Marijan Živković, parroco e guardiano di Tolisa, anch’essi in questo periodo attendono il Natale e sperano di ricevere la luce ed il calore che Gesù Bambino dona nella Notte Santa. Molte di quelle famiglie si sono impoverite e continuano a sperare e a gioire per ogni aiuto proveniente da persone di buona volontà e di buon cuore.

Radio “Mir” Medjugorje, l’Associazione umanitaria “Medjugorje Mir” ed il “Villaggio della Madre” hanno organizzato una campagna umanitaria denominata “Per la Posavina col cuore”. In questo Tempo di Avvento vi invitiamo ad aprire i vostri cuori ai bisognosi e ad aiutare il vostro prossimo con offerte in denaro, cibo, prodotti igienico-sanitari, oggetti per la casa o mobili usati. Potete portare i vostri aiuti presso la sede dell’Associazione Umanitaria “Medjugorje Mir” o  al “Villaggio della Madre” tutti i giorni feriali, dalle ore 8:00 alle ore 16:00.

Rispondiamo a questo appello e ricordiamo le parole di fra Marijan, che ci ha detto: “Non dimenticateci, perché abbiamo ancora bisogno del vostro aiuto!”.

Campagna umanitaria “Per la Posavina col cuore”

Appello

 

La notizia delle alluvioni senza precedenti che hanno colpito parte della Croazia, della Bosnia e della Serbia si è diffusa nel mondo. Perciò molti pellegrini ci hanno chiesto se Medjugorje sia stata colpita ed in che modo si possano aiutare coloro che sono stati colpiti dal maltempo. Medjugorje è distante dalle zone colpite, ma desidera essere vicina a tutti coloro che hanno subito e stanno subendo le conseguenze di questa grande catastrofe naturale. Perciò invitiamo tutti i pellegrini, gli uomini di buona volontà e gli amici di Medjugorje a rispondere e ad aiutare secondo le proprie possibilità. È possibile farlo tramite la nostra Associazione umanitaria “Medjugorje Mir – Majčino selo“, (che già in tempo di guerra smistava i vostri aiuti), facendo la vostra donazione sul conto corrente: 

Hypo Alpe-Adria-Bank d.d.  Mostar

Kneza Branimira 2b,
BiH - 88 000 Mostar
KM: 3060130000884555;
IBAN:BA393060203720765924; 
SWIFT: HAABBA22

Contatto:
Međugorje Mir - Majcino selo
Bijakovići
88266 Međugorje
Bosna i Hercegovina
Tel:  +387-36-651-704
Faks: +387-36-650-670
E-mail: medjugorje.caritas@tel.net.ba
http://www.mothersvillage.org

Appello

 
 
2011 - 2015© www.centromedjugorje.it Sito ufficiale per i pellegrini di lingua italiana