Avvicendamenti nello staff pastorale della parrocchia di Medjugorje

 

Nel contesto dei normali avvicendamenti pastorali all’interno della Provincia Francescana di Erzegovina, e in conformità alle norme ecclesiastiche, fra Vjekoslav Milićević andrà a svolgere il suo ministero a Roma ed, al suo posto, è stato trasferito a Medjugorje fra Ante Kutleša. Il novello sacerdote fra Zvonimir Pavičić resterà a Medjugorje. Fra Ante Kutleša è membro della Provincia Francescana di Erzegovina ed è stato in missione in Congo per diversi anni. Nel corso dei quattro decenni da lui trascorsi in  quel paese, vi ha edificato numerose chiese ed ha fondato varie comunità ed istituzioni.    

In servizio a Medjugorje è giunta anche suor Nada Sušac, mentre suor Mira Soldo, che per ben quindici anni ha svolto il compito di sacrestana, svolge ora il suo servizio nel convento delle sorelle francescane di Barać, nella parrocchia di Medjugorje. Invochiamo su tutti questi nostri fratelli e sorelle la divina benedizione, e li ringraziamo per tutto il bene compiuto e per quello che ancora compiranno nei loro rispettivi servizi.


18° Seminario Internazionale per le coppie sposate

Il mese mariano di ottobre a Medjugorje

 

Il mese di ottobre, come quello di maggio, è dedicato alla Madonna in modo speciale. Non dimentichiamo, dunque, di ringraziarla per i benefici che abbiamo ricevuto. Il modo migliore per farlo è partecipare regolarmente al programma di preghiera serale, pregare il Rosario in famiglia e andare a pregare sul Podbrdo e sul Križevac.

Nella chiesa di san Giacomo a Medjugorje la preghiera del Rosario ha inizio ogni sera a partire dalle ore 17:00, mentre la Santa Messa serale viene celebrata alle ore 18:00. La preghiera del Rosario sul Podbrdo si tiene ogni Domenica alle ore 14:00, mentre la Via Crucis sul Križevac si svolge il venerdì, sempre alle ore 14:00.


La chiesetta di Gesù Misericordioso a Šurmanci

 

A Šurmanci, frazione della parrocchia di Medjugorje situata nei pressi del fiume Neretva, c’è una chiesetta costruita nel 2002 e dedicata a Gesù Misericordioso il 7 aprile di quell’anno, Festa della Divina Misericordia.

Alla costruzione di quell’edificio sacro ha contribuito, con preghiere ed aiuti materiali, anche un gruppo di preghiera di Trento (Italia), che ha altresì donato alla parrocchia di Medjugorje un’icona monumentale di Gesù Misericordioso. Essa ha un grande valore: il miracolo di guarigione fisica verificatosi per suo mezzo è stato infatti ritenuto una delle prove che hanno portato alla Beatificazione di suor Faustina Kowalska, all’approvazione della devozione a Gesù Misericordioso ed all’istituzione della Festa della Divina Misericordia, la Prima Domenica dopo Pasqua. Fin dal tempo della sua edificazione, la chiesetta di Gesù Misericordioso di  Šurmanci è meta di pellegrinaggio di numerosi fedeli, che si recano là in gruppo per pregare la Coroncina alla Divina Misericordia dinanzi all'icona di Gesù Misericordioso e raccomandarsi a lui

La chiesetta di Gesù Misericordioso a Šurmanci

Morto padre Laurentin, il più grande mariologo del '900

 

Si è spento ieri a novantanove anni, padre René Laurentin, uno dei più importanti mariologi del secolo. Nato nel 1917 a Tours, in Francia, fu teologo, esegeta, storico e perito al Concilio Vaticano II

Membro della Pontificia Accademia Teologica di Roma, docente presso l'Università Cattolica dell'Occidente, lavorò in diverse università sia in America che in Italia e tra i suoi più importanti contributi, anche quello all'elaborazione delle pagine scritte sulla Beata Vergine Maria nel Mistero di Cristo e della Chiesa. A lungo cronista religioso per Le Figaro, nel 1996 gli fu assegnato il Premio della Cultura Cattolica. 

Padre Laurentin si è occupato a lungo anche di Medjugorje, con testi che talvolta hanno fatto discutere. 

Ricchissima la sua bibliografia, la cui opera più importante è  "Storie autentiche": sette volumi sulle apparizioni della Madonna alla giovane Bernardette.

Ed è proprio a Lourdes che, ad ottobre, si sarebbero dovuti tenere i festeggiamenti per il suo centenario.

Morto padre Laurentin, il più grande mariologo del '900

Festa dell’Esaltazione della Croce a Medjugorje

 

Domenica 10 settembre 2017 è stata celebrata a Medjugorje la Festa dell’Esaltazione della Croce, che in questa parrocchia tradizionalmente ricorre appunto la prima Domenica dopo la Festa della Natività della Madonna. Le Sante Messe in lingua croata sono state celebrate, in chiesa parrocchiale, alle ore 7:00, 8:00, 12:00 e 18:00. La Celebrazione Eucaristica solenne è stata, invece, officiata alle ore 11:00 sul Križevac, alla presenza di una moltitudine di parrocchiani e pellegrini. Essa è stata presieduta da fra Antonio Šakota, vicario della parrocchia dei santi Pietro e Paolo di Mostar, e concelebrata da fra Marinko Šakota insieme ad altri venti sacerdoti.

Nella sua omelia, fra Antonio ha detto tra l’altro: “Siano lodati Gesù e Maria, cari fratelli e sorelle! Oggi siamo riuniti sul nostro Sinai, sul nostro Golgota e sul nostro Tabor. Siamo riuniti oggi intorno a questa croce imponente, che dovrebbe essere per noi un segno che ci aiuta a fare discernimento. Essa, infatti, ci ricorda ciò che siamo e ciò che dovremmo essere, ma soprattutto ci ricorda Colui che ci ha redento a prezzo del suo Sangue. Per la verità, lungo la storia vi sono stati anche altri segni che simboleggiavano il Cristo ma, dal momento in cui l’imperatrice Elena si diresse a Gerusalemme alla ricerca della croce di Cristo sul Calvario, pian piano la croce è divenuta, ed è rimasta finora, il più significativo simbolo cristiano”.

Al termine della Celebrazione, fra Marinko Šakota si è rivolto ai fedeli riuniti sul Križevac con queste parole: “Ringraziamo Dio per questa giornata, per questa Festa e per coloro che hanno costruito questa croce. A lui rendiamo grazie per la Regina della pace, che ci invita a pregare davanti alla croce per conoscere la sapienza che da essa deriva e poter così tornare alle nostre case rafforzati. Spero e credo che sarà così anche oggi”. 

Come ogni anno. già a partire dalla notte precedente la Festa, si sono riversati a Medjugorje fiumi di pellegrini. Molti di loro sono venuti anche a piedi, ed alcuni perfino a piedi scalzi. Quel giorno erano presenti a Medjugorje gruppi di pellegrini provenienti dalla Croazia, dalla Germania, dall’Inghilterra, dall’Irlanda, dagli USA, dall’Italia, dalla Francia, dall’Austria, dall’Olanda, dalla Corea, dalla Slovacchia, dall’Ucraina, dalla Repubblica Ceca, dal Portogallo, dalla Polonia, dalla Repubblica Sudafricana, dal Libano, dal Canada e dalla Spagna


Entra in vigore l’orario invernale del programma di preghiera

 

Cambia l’orario del programma liturgico di preghiera di Medjugorje a partire da oggi 1° settembre 2017 e resterà in vigore fino al 31 maggio del prossimo anno. A partire da oggi, la preghiera del Rosario in chiesa parrocchiale inizierà alle ore 17:00, mentre la Santa Messa verrà celebrata alle ore 18:00 e sarà seguita dal consueto programma di preghiera, a seconda del giorno della settimana. L’Adorazione a Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare si terrà il martedì ed il sabato dalle ore 21:00 alle ore 22:00, mentre il giovedì sarà subito dopo la Santa Messa serale. La preghiera del Rosario sul Podbrdo si terrà la Domenica a partire dalle ore 14:00, mentre la Via Crucis sul Križevac sarà il venerdì, sempre a partire dalle ore 14:00. La Santa Messa croata delle ore 13:00 verrà celebrata soltanto il sabato.


Medjugorje Film

 

Al seguente url: https://www.youtube.com/watch?v=cSuuM_ZrcXc è possibile vedere un filmato in alta definizione su Medjugorje

Medjugorje Film

 
 
2011 - 2016© www.centromedjugorje.it Sito ufficiale per i pellegrini di lingua italiana