Statistiche di ottobre 2022

 

Sante Comunioni distribuite: 200.000

Sacerdoti concelebranti: 4.361  ( 140 al giorno)

 

Statistiche di ottobre 2022

Cambiamento dell'orario del programma di preghiera serale a Medjugorje

 

A partire da giovedì 1 settembre, è cambiato l’orario del programma di preghiera serale . Il Rosario inizierà alle 17 e la Santa Messa alle 18. La preghiera del rosario sulla Collina delle apparizioni la domenica alle 14 e la Via Crucis il venerdì alle 14. Adorazione del Santissimo Sacramento dell'Altare sarà il martedì, il giovedì e il sabato dalle 19 alle 20; la venerazione della Santa Croce sarà il venerdì dalle 19 alle 20, dopo la santa Messa serale.


Nelle Filippine consacrata una chiesa identica a quella di Medjugorje

 

In occasione della festa della Natività della Madonna, nelle Filippine, è stata consacrata una chiesa identica a quella di Medjugorje. La Beata Vergine Maria è infatti la santa protettrice delle Filippine e il popolo filippino mostra la propria devozione a Lei costruendo una chiesa dove la Beata Vergine Maria è adorata in modo particolare. Dalle Filippine hanno comunicato che una delle devozioni mariane in più rapida crescita lì è la devozione alla Madonna di Medjugorje: con il finanziamento di una generosa famiglia, consacrata a Maria, è stata infatti costruita una replica della chiesa di San Giacomo di Medjugorje, dedicata a Nostra Signora di Medjugorje, con ogni dettaglio copiato precisamente.

La Grande Chiesa di San Giacomo, dedicata a Nostra Signora di Medjugorje, si trova nella città di Talisay, sotto la giurisdizione ecclesiastica della diocesi di Bacolod con il Vescovo Monsignor Patricio Buzon. Questa chiesa, come quella originaria di Medjugorje, è stata affidata all'amministrazione dell'Ordine dei Frati Minori attraverso la Custodia di Sant’Antonio da Padova - Filippine. La chiesa è stata aperta oggi, in occasione della festa della Natività della Beata Vergine Maria.

Il vescovo locale, Monsignor Buzon ha consacrato oggi questa chiesa con l'assistenza del custode della Custodia di Sant’Antonio da Padova nelle Filippine, Padre Renee C. Dean.

Un messaggio di sostegno e incoraggiamento è stato inviato a tutti i fedeli della Regina della Pace nelle Filippine dal Provinciale della Provincia Francescana dell'Erzegovina, Padre Jozo Grbeš, ed è stato letto da Padre Renee C. Dean durante la Messa in cui la chiesa è stata consacrata

 

Nelle Filippine consacrata una chiesa identica a quella di Medjugorje

P. Zvonimir Pavičić nuovo parroco di Medjugorje

 

Domenica 14 agosto 2022, nella chiesa parrocchiale di S. Giacomo a Medjugorje, durante la Santa Messa celebrata alle ore 11.00, P. Zvonimir Pavičić è stato solennemente introdotto al servizio di parroco di Medjugorje. La Santa Messa è stata presieduta da mons. Aldo Cavalli, Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, insieme all’ ex parroco di Medjugorje, P. Marinko Šakota, al nuovo parroco di Medjugorje, P. Zvonimir Pavičić, e ad altri sacerdoti. All'inizio del rito di introduzione di P. Zvonimir Pavičić al servizio del parroco, P. Antonio Primorac ha letto il decreto del Vescovo di Mostar-Duvno, mons. Petar Palić, dal quale P. Zvonimir Pavičić è stato scelto e nominato nuovo parroco di Medjugorje.

Dopo di che P. Zvonimir Pavičić ha rinnovato la promessa fatta durante la sua ordinazione sacerdotale, ed ha ricevuto le chiavi della chiesa parrocchiale per governare con autorità il popolo che Dio gli affida, per amministrare i sacramenti e per meritare di entrare nelle dimore eterne con il suo gregge. Poi, con l’ acqua benedetta, ha benedetto se stesso e tutti i credenti radunati in questa solenne celebrazione della Messa, e nella sua omelia ha fatto brevemente riferimento al Vangelo di oggi e, parlando di divisione, ha detto che essa non avviene solo tra noi e gli altri, ma che può accadere anche dentro di noi ogni volta che deviamo dai comandamenti di Dio e prendiamo la linea di minor resistenza per compiacere la società.

“Non è facile armonizzare sempre la propria vita con la Parola di Dio, ma non è impossibile. Non dobbiamo aver paura della condanna della società, e nemmeno di una possibile divisione. Quando è difficile per noi opporci a coloro che rifiutano Dio, dovremmo gridare come il salmista, ed è ciò che tutti abbiamo cantato oggi: "Signore, vieni presto in mio aiuto", e il Signore verrà ad aiutarci e sarà la nostra forza, il nostro Salvatore. Che non sia impossibile armonizzare la propria vita con la Parola di Dio lo dice anche un tale nugolo di testimoni, tanti santi di cui parla la Lettera agli Ebrei. Che loro siano un indicatore costante del fatto che dobbiamo sempre dirigere la nostra vita verso Dio e armonizzarla con la Parola di Dio. Ci accompagni sempre la loro intercessione, specialmente l'intercessione Materna della Regina della Pace e l'intercessione celeste del nostro patrono S. Giacomo", ha detto padre Zvonimir Pavičić. Al termine della celebrazione Eucaristica, ha chiesto a tutti i presenti di pregare per lui e per tutti i sacerdoti che lavorano in questa parrocchia affinché possano servire bene sia Dio che le persone.

Il precedente parroco P. Marinko Šakota ha invitato tutti a ringraziare il Signore e Maria Madre nostra per il nuovo parroco, alla fine ha ringraziato il Signore, la Madonna e i parrocchiani per tutto quello che è successo in tutti questi anni, e ha chiesto perdono se avesse offeso o ferito qualcuno

 


MESSAGGIO DEL SANTO PADRE ai partecipanti del Festival della Gioventù

Carissimi!

In quel tempo, come ci dice l'evangelista Matteo, Gesù rivolgendosi a tutti disse: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero.» (Mt 11, 28-30). Come in quel tempo, così anche oggi Gesù si rivolge a tutti voi, cari giovani, e attraverso il motto del Festival di quest'anno, ispirato dal Vangelo appena menzionato, vi rivolge il Suo invito: «Imparate da me e troverete ristoro».

Il Signore rivolge queste Sue parole non solo agli apostoli o ad alcuni Suoi amici, ma a tutti coloro che sono stanchi e oppressi. Lui sa quanto può essere dura la vita e che ci sono molte cose che opprimono il nostro cuore: numerose delusioni, ferite del passato, pesi che portiamo, ingiustizie che sopportiamo e numerose incertezze e preoccupazioni. Di fronte a tutto questo, si trova Gesù che ci rivolge il Suo invito: «Venite a me e imparate da me». Questa chiamata richiede cammino e fiducia, e non ci permette di stare fermi, rigidi e impauriti davanti alle sfide della vita. Sembra facile, ma nei momenti bui semplicemente ci ripieghiamo su noi stessi. È proprio da questa solitudine che Gesù vuole farci uscire, per questo ci dice: «Vieni».

La via d’uscita è nella relazione con il Signore, nel guardare Colui che ci ama veramente. Però non basta soltanto uscire da sé stessi, bisogna anche sapere in che direzione andare, perché ci sono tante offerte ingannevoli che promettono un futuro migliore, ma ci lasciano sempre di nuovo nella solitudine. Per questo motivo il Signore ci indica dove andare: «Venite a me».

Cari amici, andate da Lui con il cuore aperto, prendete il suo giogo e imparate da Lui. Andate dal Maestro per diventare i Suoi discepoli ed eredi della Sua pace. Prendete il Suo giogo con il quale scoprirete la volontà di Dio e diventerete partecipi del mistero della Sua croce e risurrezione. Il «giogo» di cui Cristo parla è la legge d'amore, è il comandamento che ha lasciato ai Suoi discepoli: amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi (Gv, 15,12). Perché la vera medicina,per le ferite dell’uomo, è una vita fondata sull’amore fraterno, che trova la propria sorgente nell’amore di Dio.

Camminando insieme a Lui e seguendoLo, imparerete da Lui. Lui è il Signore che non impone agli altri un peso che Lui stesso non porta. Si rivolge agli umili, ai piccoli e ai poveri perché Egli stesso si è fatto povero e umile. Se vogliamo davvero imparare, dobbiamo umiliarci e riconoscere la nostra ignoranza e arroganza, in quei momenti in cui pensiamo di poter ottenere tutto da soli e con le nostre forze, e soprattutto avere l’orecchio aperto per le parole del Maestro. In questo modo conosciamo il Suo cuore, il Suo amore, il Suo modo di pensare, vedere ed agire. Ma essere vicini al Signore e seguirLo richiede coraggio.

Carissimi, non abbiate paura, andate da Lui con tutto ciò che portate nel proprio cuore. Egli è l'unico Signore che offre vero ristoro e vera pace. Seguite l'esempio di Maria, Sua e nostra Madre, che vi condurrà a Lui. AffidateviaLei, che è la Stella del mare, il segno di speranza sul mare agitato che ci conduce verso il porto della pace. Colei, che conosce Suo Figlio, vi aiuterà ad imitarLo nella vostra relazione con Dio Padre, nella compassione del prossimo e nella consapevolezza di ciò che siamo chiamati a fare: essere figli di Dio. In questo momento, nel cuore dell'estate, il Signore vi invita ad andare in vacanza con Lui, nel luogo più speciale che esista, che è il vostro stesso cuore.

Cari giovani, mentre in questi giorni riposate in Gesù Cristo, vi affido tutti alla Beata Vergine Maria, alla nostra Madre celeste, affinché con la Sua intercessione ed esempio possiate prendere su di voi il dolce e leggero giogo della sequela di Cristo. Vi accompagni lo sguardo di Dio Padre che vi ama, affinchénegli incontri con gli altri, possiate essere i testimoni della pace che riceverete in cambio come dono. Prego per quest’intenzione evi benedico, raccomandandomi alle vostre preghiere

 

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE ai partecipanti del Festival della Gioventù

Statistiche di giugno 2022

 

Sante Comunioni distribuite: 200.000

Sacerdoti concelebranti: 3.841 (128 al giorno)

 

Statistiche di giugno 2022

Fra Marinko Šakota ha annunciato il 33° Mladifest: 'Commoventi incontri dei giovani con Dio'

 

"Mi rallegro tanto per il Mladifest, perché da tanto tempo, sin da quando è stato guidato da padre Slavko Barbarić, per me è sempre stato un momento di rinnovamento spirituale, di esercizi spirituali. Inoltre, questo appuntamento annuale mi lascia fortemente impressionato per quanto sono commoventi gli incontri dei giovani con Dio al Mladifest! Questi incontri sono pieni di gioia e di grazia. Gli incontri tra giovani non sono meno gioiosi. Sia tra conoscenti che con coloro non hanno mai visto prima. È un incontro nell'apertura del cuore, dove non ci sono né conosciuti né stranieri. Tutti sono "un cuore solo e un'anima sola ", ha detto P. Marinko Šakota, parroco di Medjugorje, annunciando il Festival della Gioventù di quest'anno a Medjugorje.

All'insegna del tema di quest’anno "Imparate da me e troverete la pace (Mt 11, 28-30), il Festival Internazionale di Preghiera dei Giovani di quest'anno si svolge per la 33°  volta e durerà dal 1° al 6 agosto. Anche quest'anno migliaia di giovani ascolteranno catechesi e testimonianze, pregheranno, parteciperanno al programma di preghiera serale, e P.  Marinko ci ha detto che saranno celebrate sante Messe e svolte catechesi, tra gli altri, dal vescovo di Mostar-Duvno, mons. Petar Palić, Generale dell'Ordine Francescano P. Massimo Fusarelli, Provinciale della Provincia Francescana dell'Erzegovina P. Jozo Grbeš ed altri.

Per tanti, il Festival della Gioventù è speciale: molti hanno scoperto, riscoperto o accettato la propria vocazione spirituale. Parlando dei frutti del Mladifest, P. Marinko ha detto che "il Mladifest a Medjugorje è davvero speciale, una bellissima esperienza di fede e di preghiera".

"Tutto ciò che accade in quell'incontro di preghiera - presentazione delle nazioni, recita del rosario sulla Collina, preghiere del mattino, catechesi, testimonianze, coro e orchestra, volontari, programma di preghiera serale, rosario, Eucaristia, adorazione, preghiera con le candele, processione con la statua della Madonna, spettacolo della  Comunità Cenacolo, missione, saluti, e al termine l'Eucaristia sul Križevac alle 5 del mattino - tutti questi eventi sono di tale natura che sollevano e coccolano l'anima, la nutrono con un sano cibo spirituale, la riempiono di una pace e di una gioia speciale, e danno incoraggiamento e un forte incentivo a continuare a vivere la fede e la preghiera, camminando con la Madonna e con Gesù nella propria vita quotidiana'', ha detto P. Marinko. Quest’anno la parte mattutina del programma al Mladifest inizierà alle nove, un'ora prima dell'anno scorso, cioè come era prima della pandemia, quindi la giornata inizia con la preghiera del mattino alle nove, e poi seguono la catechesi ed altri programmi.

Molti dei rappresentanti della Chiesa che hanno presenziato al Mladifest negli anni passati ci hanno detto di essere stati contenti perché i giovani a Medjugorje ascoltano, seguono le loro catechesi, partecipano alla santa Messa...

Alla fine abbiamo chiesto a P. Marinko: “A cosa pensate voi sacerdoti quando osservate dall'altare decine di migliaia di giovani, che non possono essere allontanati dall'altare dal sole forte, né dall'alta temperatura, né dalla pioggia, né al mattino presto, né a tarda notte...?”

"È davvero miracoloso osservare dall'altare come la vita si risvegli in tanti giovani durante il Mladifest, germogli di amore e gentilezza, germogli di gioia e come una misteriosa pace penetri nei loro cuori. È una sensazione indescrivibile quando si guarda ai volti dei giovani e si osserva come si sentono amati e accettati e come anche loro amano Dio, Gesù, Maria, la preghiera, l'Eucaristia, la confessione, l'adorazione. È difficile esprimere a parole la tensione positiva che si respira nell'aria, quell'attesa, quell'ascolto che regna nell'area di preghiera davanti all'altare esterno! E la cosa più bella e meravigliosa è vedere come i giovani di Mladifest amano la Chiesa! Come amano i sacerdoti e come i sacerdoti si sentono amati e accolti!

Mladifest: un incontro di persone nella semplicità e nell'apertura dei cuori. Niente alcol, niente droghe, eppure tanta gioia, grazia, amore, gioia e pace! E una felicità indescrivibile! Migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo, e nessuno è estraneo! Tanti sconosciuti, ma tutti cari a noi! Nessuno al centro dell'attenzione ma tutti con la sensazione di essere accolti e amati! Fa tanto caldo, ma a nessuno importa! Ci sono tante catechesi, testimonianze, prediche, e nessuno si annoia! I programmi durano tanto tempo, ma non sono lunghi, anzi, vorremo rimanere ancora tra canti, balli e gioia'', ci ha detto P.  Marinko Šakota, e non possiamo che invitarvi a far parte di tutto questo, descritto nelle frasi precedenti, nei primi giorni di agosto.

 


Celebrazione del 41° anniversario dell’apparizione della Regina della Pace

 

Mercoledì 15 giugno è iniziata la Novena alla Regina della Pace.

«Ogni giorno alle 16, durante questi nove giorni, si reciterà il Rosario sulla Collina delle Apparizioni e, oltre alla Novena sulla Collina delle Apparizioni, anche quest’anno i parrocchiani di Medjugorje reciteranno il Rosario prima della santa Messa della sera sull’altare esterno della chiesa parrocchiale di San Giacomo», ha annunciato l’Ufficio parrocchiale di Medjugorje.

Ospite al programma di Radio Mir Medjugorje, il parroco di Medjugorje, P. Marinko Šakota, ha annunciato il programma della celebrazione del 41o anniversario dell’apparizione della Regina della Pace.

«Abbiamo la Marcia della Pace mattutina il giorno della vigilia. Si parte da Humac alle 6 del mattino e si prega per la pace. Questa marcia è iniziata esattamente 30 anni fa, nel 1992. Preghiamo per la pace di cui ha bisogno il mondo, l’Ucraina e il cuore di tutte le persone. Il giorno della Vigilia l’orario delle sante Messe è il seguente: 8, 11 e 19. Dopo la santa Messa serale c’è l’Adorazione di Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare che dura tutta la notte fino alle 6 del mattino. La santa Messa solenne del 41o anniversario dell’apparizione è alle 19», ha detto P. Marinko, annunciando che la Messa della vigilia sarà celebrata da P. Ljubo Kurtović, parroco di Humac, mentre il nuovo Provinciale della Provincia Francescana di Erzegovina, P. Jozo Grbeš, celebrerà la santa Messa solenne dell’anniversario.

«Anche quest’anno dalla Collina delle Apparizioni, dove tutto ebbe inizio 41 anni fa, vicino alla statua della Madonna, dalle 16:30, reciteremo la preghiera che i veggenti hanno pregato con la Madonna: il Credo, i Sette Pater, Ave e Gloria, e in processione, recitando la preghiera del Rosario ci avvieremo alla chiesa parrocchiale di San Giacomo, dove tutti celebreremo il 41o anniversario dell’apparizione della Regina della Pace», ha affermato padre Marinko Šakota.

 


Apparizione annuale a Ivanka - 25 giugno 2022

 

La veggente Ivanka Ivanković Elez ha avuto la sua consueta apparizione annuale il 25 giugno 2022. In occasione dell’ultima apparizione quotidiana del 7 maggio 1985 la Madonna, rivelandole il decimo ed ultimo segreto, disse a Ivanka che per tutto il resto della sua vita avrebbe avuto un’apparizione all’anno nel giorno dell’Anniversario delle apparizioni. Così è avvenuto anche quest’anno.

Ivanka ha avuto l’apparizione, durata 5 minuti (18:34h - 18:39h), nella sua casa. All’apparizione era presente soltanto la famiglia di Ivanka.

Dopo l'apparizione la veggente Ivanka ha detto:

La Madonna ha detto: "Figlioli,pregate,pregate,pregate."

La Madonna ci ha benedetti tutti.

 

Apparizione annuale a Ivanka - 25 giugno 2022

Maggio in Preghiera con Mary’s Meals

Apparizione annuale a Mirjana Dragićević-Soldo 18 marzo 2022

 

La veggente Mirjana Dragićević-Soldo ha avuto apparizioni giornaliere dal 24 giugno 1981 fino al 25 dicembre 1982. In occasione della sua ultima apparizione quotidiana, rivelandole il decimo segreto, la Vergine le rivelò che avrebbe avuto apparizioni annuali il 18 marzo e così è stato in tutti questi anni. Più di mille pellegrini si sono riuniti per la preghiera del rosario. L’apparizione è iniziata alle 13:34 ed è durata fino alle 13:40.

"Cari figli!
Con amore materno vi invito a guardare verso mio Figlio, pieni di forza, fede e fiducia. ApriteGli i vostri cuori e non temete. Perché mio Figlio è la Luce del mondo ed in Lui è la pace e la speranza. Perciò vi invito di nuovo, di nuovo a pregare per i miei figli che non hanno conosciuto l’amore di mio Figlio affinché mio Figlio con la luce del Suo amore e speranza illumini anche i loro cuori e rafforzi voi, figli miei, e vi doni  pace e speranza. Sono con voi. Vi ringrazio."

(La Madonna ha benedetto tutti.)

 


Intervista con il Visitatore Apostolico a carattere speciale per Medjugorje, mons. Aldo Cavalli

Invito a collaborare nelle traduzioni dei testi scritti

 

Cari pellegrini e amici di Medjugorje, specialisti  nelle lingue straniere!

Crediamo che la bella notizia sia venuta anche a voi, cioé che il Papa Francesco ha preso una decisione che approva i pellegrinaggi a Medjugorje, i qualli, dal 12 maggio in poi possono  essere formalmente organizzati da diocesi, parrocchie e altre istituzioni cattoliche, e non solo in forma "privata", fino a quel momento.

In questo breve periodo, abbiamo già alcune richieste per traduzioni dei testi sul nostro sito in più lingue e più velocemente. Per poter soddisfare i desideri e le esigenze di coloro che vorrebbero vivere più intensamente la Scuola della Madonna di Medjugorje, in questo nuovo periodo, abbiamo bisogno di assistenza per le traduzioni.

Tutti voi che vi sentite capaci e volete diventare collaboratori del Centro informativo Mir Medjugorje, lavorando con noi sulla traduzione in qualsiasi lingua mondiale, vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo e-mail: mir@medjugorje.hr


Medjugorje Film

 

Al seguente url: https://www.youtube.com/watch?v=cSuuM_ZrcXc è possibile vedere un filmato in alta definizione su Medjugorje

Medjugorje Film

Per accedere alla diretta in streaming da Medjugorje cliccare sull'immagine seguente

In diretta da Medjugorje



 
 
2011 - 2018©  www.centromedjugorje.it Sito ufficiale per i pellegrini di lingua italiana